Al Carlo Felice Lo Schiaccianoci, il trionfo della fantasia, nella versione di E. Luzzati

Ultimi articoli
Newsletter

Genova | balletto da chaikowskij fino al 20/12

Al Carlo Felice Lo Schiaccianoci, il trionfo
della fantasia, nella versione di E. Luzzati

Coreografie di Amedeo Amodio scene e costumi del maestro genovese

di Aldo Carpineti

Una scena
Una scena

COMUNICATO STAMPA

Lo schiaccianoci

Al Teatro Carlo Felice dal 16 al 20 dicembre 2017

Sabato 16 dicembre, alle ore 15.30 e alle ore 20.30, doppio appuntamento al Teatro Carlo Felice con il celebre balletto Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ič Č ajkovskij, replicato fino al 20 dicembre, uno spettacolo firmato Daniele Cipriani Entertainment.

Questo balletto dalle atmosfere fantastiche, rappresentato per la prima volta il 6 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di S. Pietroburgo, in vista del Natale, è ispirato alla favola di E.T.A.Hoffmann Der Nussknacker und Mausekönig [Schiaccianoci e il Re dei topi], nella riduzione per bambini di Alexandre Dumas padre. Il libretto è di Ivan Vsevoložskij, allora direttore dei Teatri Imperiali, e le coreografie originali furono ideate dal più grande coreografico dell’Ottocento, Marius Petipa.

La coreografia e la messa in scena di questa versione propongono Lo Schiaccianoci del coreografo Amedeo Amodio, creato per Elisabetta Terabust e Vladimir Derevianko nel 1989 durante gli anni d’oro dell’ATER Balletto, di cui egli era allora direttore, sulle familiari note di Pëtr Il’ič Č ajkovskij e con le fantasmagoriche scene e costumi di Emanuele Luzzati.

Nella visione di Amodio e Luzzati, lo schiaccianoci del titolo non è il prodotto di un sortilegio, bensì della fantasia di una bambina la quale (come tutti i bimbi) gioca e parla con i suoi giocattoli, facendoli vivere nel mondo magico dell’immaginazione, che è quello della sua realtà: uno schiaccianoci può benissimo essere un principe, un’ombra sulla parete può diventare un drago in quel mondo dove desiderio e paura, sogno e incubo si sovrappongono in continuazione. Una rivisitazione in chiave psicologica del balletto normalmente popolato da fate, che lascia tuttavia intatto l’elemento fiabesco poiché nulla v’è di più magico della fantasia infantile.

Lo Schiaccianoci di Amodio/Luzzati si rivolge a grandi e piccini e s’inserisce nell’ambito dell’impegno personale di Daniele Cipriani a valorizzare il repertorio italiano del balletto della seconda metà del ‘900. Questa produzione è una delle sue colonne portanti, a cui si uniscono anche l’estro e la fantasia delle ombre ideate dal Teatro Gioco Vita (e qui realizzate della Compagnia teatrale L’Asina sull’Isola), e inoltre gli inserimenti musicali di Giuseppe Calì e la voce di Gabriella Bartolomei, volti a dar risalto all’odore sulfureo che si alza dalle pagine di Hoffmann e, ogni tanto, s’insinua anche tra le note di Č ajkovskij.

Lo spettacolo, che coincide con il 10° anniversario della scomparsa di Emanuele Luzzati, è dedicato proprio al grande maestro genovese che ha fatto risplendere le scene italiane e del mondo con i colori della sua tavolozza e l’arcobaleno della sua fantasia, di cui Lo Schiaccianoci di Amodio/Luzzati dà un ricco assaggio.

La direzione è affidata ad un artista di rilievo, Alessandro Ferrari, che dirigerà l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, mentre il Coro di Voci Bianche del Teatro Carlo Felice è affidato a Gino Tanasini.

Lo Sponsor del balletto è il Centro Latte Rapallo - Latte Tigullio; così commenta Mario Restano, direttore marketing dell’azienda: Quest’anno abbiamo avuto l’onore di essere stati sponsor principale dell’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti e siamo oggi quanto mai orgogliosi di essere nuovamente partner del Teatro in occasione del celebre Schiaccianoci di Č ajkovskij. Il motivo ulteriore che ci ha coinvolti in queste due famose opere è il fatto che entrambe hanno sul palco le scenografie di Emanuele Luzzati, maestro con cui la nostra azienda ha collaborato per molti anni. 

Lo Schiaccianoci

Musica di Pëtr Il’ič Č ajkovskij

Balletto in due atti di Amedeo Amodio

dal racconto di E.T.A.HOFFMANN Schiaccianoci e il Re dei Topi

coreografia e regia Amedeo Amodio

direttore Alessandro Ferrari

scene e costumi Emanuele Luzzati 

ideazione ombre Teatro Gioco Vita

realizzazione ombre L’Asina sull’Isola 

voce Gabriella Bartolomei 

assistente alla coreografia Stefania Di Cosmo

luci Marco Policastro

 produzione Daniele Cipriani Entertainment

solisti e corpo di ballo Daniele Cipriani Entertainment

primi ballerini: Anbeta Toromani e Alessandro Macario

Orchestra e Coro di Voci Bianche del Teatro Carlo Felice

Maestro del Coro di Voci Bianche Gino Tanasini

Repliche

Domenica 17 dicembre – 15.30 (C)

Martedì 19 dicembre – 15.30 (G) – 20.30 (L)

Mercoledì 20 dicembre – 20.30 (B)

Genova, 15 dicembre 2017 L’Ufficio Stampa 

Sabato 16 dicembre 2017

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: