Custodiamo un angolo per la nostra fantasia

Ultimi articoli
Newsletter

Genova | dobbiamo essere liberi di sognare

Custodiamo un angolo per la nostra fantasia

Un talento che rende unico ogni essere umano perchè individuale e percepita da ognuno di noi in modo differente. Italo Calvino così scriveva: la fantasia è un posto dove ci piove dentro

di Antonella Vella

La fantasia
La fantasia

La nostra realtà viene plasmata da ciò che dipingiamo dentro di noi e dalla capacità di pensare oltre ogni logica e regola fissa. I nostri giochi dell'infanzia, quei sogni ad occhi aperti che potevano tutto e la possibilità di accedere a mondi dove i nostri desideri venivano esauditi sono la prova concreta che abbiamo il potere di essere potere nella nostra mente.

Durante i miei anni scolastici, spesso, venivano richiesti testi ed in seguito temi basati principalmente sulla nostra immaginazione, su mondi paralleli dove la negatività e la cattiveria erano realtà sconosciute.

Le storie, quindi, diventavano vere e proprie immagini scritte su pagine bianche che si coloravano e davano vita a protagonisti, a sogni come fiabe in grado di rivisitare la quotidianità.

Storie di forti emozioni o semplicemente storie per scappare, per liberare le nostre emozioni, per correre alla ricerca di un mantello invisibile che permetteva di volare con una semplicità che è propria dell’irreale.

La fantasia stretta nel pugno, in bilico tra ragione e creatività: siamo inguaribili equilibristi, ma anche mongolfiere che urtano il cielo e che trasportano nel loro cestino il destino di ognuno di noi.

Sogni, forse, destinati ad un cassetto, chiusi a chiave, repressi per paura di essere considerati fuori dal tempo, ma scegliere strade poco battute è forse un atto di follia o semplicemente di coraggio?

I confini dati dal vero e tangibile non sono gli stessi che la nostra mente può percepire se fantastica, se utilizza il “fare finta di” che quasi tutti abbiamo pronunciato almeno una volta nella nostra vita utilizzando ciò che desideravamo. Un viaggio nella fantasia aiuta a qualunque età, anche se nell’attuale rappresentazione data dai media fatichiamo, non poco, a ritrovare quella non spettacolarizzata dal nostro immaginario comune dove siamo unicamente originali.

E a un certo punto dell’esistenza ti chiedi dove siano i tuoi sogni, la tua fervida ed infinita libertà di idee e quel modo di restare senza fiato mentre gli anni scorrono e tu rincorri risposte senza domande. Così cominci a scrivere per raccontare, prima di tutto, a te le tue stesse sensazioni, le tue storie perché i pensieri non rimangano tali e non siano dimenticati come piccoli passaggi di vita senza ideali.

Quindi scriviamo con la paura di essere valutati o con l’ardore di essere menzionati e vogliamo crescere, prepotentemente e forse dimenticandoci che giocare/ sognare è una cosa assolutamente seria ed importante.

La potenza della fantasia è non solo una piccola e variopinta stanza dove la nostra energia diventa tempesta e poi, una magnifica storia, ma la possibilità di non essere radicati alla terra e credere che un poco di magia esista. E così inventiamo complicati misteri, melodie con le parole semplicemente mescolandole tra di loro e la dimensione della nostra fantasia diventa finalmente, vicina alla realtà.

L’immaginazione legata a un filo sottile che non è semplice illusione.

Lunedì 22 aprile 2019

© Riproduzione riservata

399 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: