In pieno clima feudale, i signorotti locali dettano legge senza limiti alle loro pretese

Ultimi articoli
Newsletter

usi e costumi di ieri e di oggi

In pieno clima feudale, i signorotti locali
dettano legge senza limiti alle loro pretese

Ancora una realtà dei nostri giorni, non soltanto un ricordo del passato

di Aldo Carpineti

A la guerre comme a la guerre
A la guerre comme a la guerre

STORIELLA - Siamo in piena epoca e clima feudale. Il banditore raccoglie la folla nella piazza principale del paese e attacca il suo discorso:

- Udite. Ho da darvi due cattive notizie

Brusio e malumore tra la gente

- Il nuovo feudatario ha deciso di reintrodurre la regola dello ius primae noctis

Il malumore cresce. Una voce si leva fra le altre:

- Ma non era una checca?

Il banditore: - Questa è la seconda cattiva notizia. 

Non è una storia molto lontana dalla realtà di oggi. Ancora ai nostri giorni signorotti che hanno ricevuto senza merito e senza loro costrutto poteri insperati pretendono che tu sia come vogliono loro, e non come tu sei veramente.

Un atteggiamento che perseguono in tutte le maniere, anche con mezzi illeciti, con la frode e la violenza (fisica e psicologica). Felice il giorno in cui ci saremo liberati di loro.

Sabato 20 febbraio 2021

© Riproduzione riservata

68 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: