Isola d'Elba. Medicea Napoleonica e molto altro. Le attenzioni all'arte

Ultimi articoli
Newsletter

In visita ad un angolo paradisiaco

Isola d'Elba. Medicea Napoleonica
e molto altro. Le attenzioni all'arte

Lo spunto è rappresentato dalla mostra di una amica pittrice

di Aldo Carpineti

La banchina degli yacht
La banchina degli yacht

I risvolti balneari e turistici sono i primi che saltano agli occhi. Ma la realtà offre aspetti ben diversi e radicati nella storia e nella tradizione dei luoghi.

Arriviamo a Portoferraio e ci accoglie un hotel lussuoso e familiare al tempo stesso. Pare di esserci di casa da chissà quando.

Un giro per i dintorni e si arriva fino al Comune, in centro storico, nei cui pressi una pittrice che da tempo conosciamo ha allestito un proprio atelier artistico.

Una location davvero formidabile per scelta di strategiche relazioni con il mondo locale. La artista ha poi preso casa non lontano da lì, unendo sinergie favorevoli fra la vita quotidiana ed il lavoro. 

Il percorso prevede passaggi davanti alla banchina degli yacht, presenze maestose e significative di benessere ad alti livelli.

Sopra imponenti le mura fatte costruire da Cosimo de Medici quando provvide a popolare Portoferraio di personaggi per un verso o per l'altro non graditi a Firenze. Esilio in un ambiente paesaggisticamente ineguagliabile. 

Presenze Napoleoniche ovunque, sulla scalinate come nei caffè ed in ogni situazione di attenzione al particolare. Qui il particolare è microcosmo infinito, parte del tutto ma esso stesso universo a sé stante. 

Capita a volte di incontrare realtà sorprendenti, qui la sorpresa è comune denominatore e costante status non soltanto emozionale. 

Giovedì 30 giugno 2022

© Riproduzione riservata

220 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: