Un mio intervento su Linkedin su liquidità o precarietà della società oggi come sempre

Ultimi articoli
Newsletter

la bolla di benessere

Un mio intervento su Linkedin su liquidità
o precarietà della società oggi come sempre

Lo spunto è un libro di Sebastiano Zanolli che riguarda il cambiamento

di Aldo Carpineti

Il libro di S. Zanolli
Il libro di S. Zanolli

Mio testo su Linkedin

Grazie Sebastiano della segnalazione. Io credo che la società diventi non soltanto sempre più liquida ma anche sempre più precaria. Non perché le nostre vicende siano destinate ad un divenire disastroso, ma perché ciò è invece proprio nell'ordine delle cose. Abbiamo vissuto un periodo, fra gli anni '50 e gli '80 in una bolla di benessere insostenibile a lungo. La condizione umana non è quella delle certezze, non lo è mai stata in millenni di storia. Come può un imprenditore fornire certezze sulla conservazione del posto di lavoro per tutta la vita lavorativa? Come può uno Stato fornire certezze su livelli pensionistici da elevato benessere? O su un sistema sanitario efficiente su ogni situazione? Sono realtà legate a troppe variabili per rappresentare qualcosa di prevedibile a distanza di tempo. Noi stessi, ognuno di noi, non siamo certi neppure di essere al mondo fra 5 minuti, come possiamo pretendere sicurezze dalle istituzioni, pubbliche o private? Tutto questo non deve condurci alla disperazione, al contrario al maggiore impegno perché il nostro stato di precarietà si mantenga comunque su livelli accettabili e di volta in volta vivibili secondo le migliori condizioni possibili.

Un mio romanzo breve di diversi anni fa, La casa con le vetrate, affronta le problematiche delle mutazioni negli ambienti sociali

Domenica 3 novembre 2019

© Riproduzione riservata

103 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: