Via Buranello: come una galleria d'arte. Artisti riempiono Sampierdarena di colori

Ultimi articoli
Newsletter

Genova | Una bellissima iniziativa

Via Buranello: come una galleria d'arte
Artisti riempiono Sampierdarena di colori

Diverse organizzazioni si mobilitano per vivacizzare le vie della città

di Antonella Vella

Pittrice Caterina Cataldi
Pittrice Caterina Cataldi

Domenica 23 Settembre: Via Buranello è gremita di artisti, pittori uniti tutti per un progetto atto a riqualificarla e rivalutarla dipingendo le saracinesche dei negozi che sono disseminati lungo il lato della ferrovia: i cosiddetti voltini.

Coloratissima è il titolo della manifestazione che ha visto la collaborazione del Teatro Nazionale di Genova, dell’Accademia Ligustica, del Comitato Sampierdarena e le donne dello stesso, del Municipio Centro Ovest, della Rete Ferroviaria Italiana e per ultimo, ma non ultimo in quanto a importanza del CIV Sampierdarena.

Gli artisti si sono dati appuntamento in Piazza Modena dove è stato consegnato loro tutto il materiale occorrente per le opere che sarebbero state create. Gli stessi hanno dipinto dei veri e propri quadri, delle magnifiche rappresentazioni artistiche che hanno subito colorato, rallegrato e riempito gli occhi di emozioni.

Una galleria d'arte a stretto contatto con il cielo, una magica coreografia, una street art di indubbio fascino.

Caterina Cataldi, pittrice dotata di grande talento e passione, conversando con me nell'intervista telefonica, ha manifestato un incredibile entusiasmo per la manifestazione Coloratissima.

Nonostante le difficoltà evidenti per il materiale e la fisicità dello stesso con linee dritte assolutamente inadatte all'uso di acrilico, l'opera che è stata dipinta è entusiasmante.

Tutti artisti uniti in questo progetto, ma che si sono ritrovati e conosciuti tra di loro in questa occasione. Senza troppe parole, ma con un sodalizio tacito e uno stato d'animo allegro, questa ventina di artisti ha creato un mondo accogliente e gioioso per tutti i passanti e gli abitanti.

I temi delle opere sono diversi tra loro ma hanno un denominatore comune: la vivacità dei colori.

Quando ero ragazza, Via Cantore era solo seconda per qualità di negozi e per pregio degli stessi a Via Venti Settembre e Via Buranello insieme a Via Rolando erano vive, attive e senza una saracinesca abbassata.

Ora è giunto il momento della rinascita, del rifiorire e questa galleria a stretto contatto con il cielo è una coreografia di indubbio fascino per abbracciare questa possibile ideazione.

Ben venga tutto ciò che possa contribuire alla ripresa del nostro meraviglioso territorio, con la caparbietà e la tenacia che contraddistinguono noi genovesi.

Mercoledì 26 settembre 2018

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: