Via del Campo 25 r, l'incontro con vecchi amici e collaboratori di Fabrizio De André

Ultimi articoli
Newsletter

Genova | sabato 14/4 alle 16.30

Via del Campo 25 r, l'incontro con vecchi
amici e collaboratori di Fabrizio De André

Il grande cantautore genovese attraverso due libri e le sue musiche

di Aldo Carpineti

Brunella Lottero
Brunella Lottero

COMUNICATO

viadelcampo29rosso Sabato 14 Aprile 2018 ore 16.30 Un pomeriggio in Campo con gli amici di Faber Presentazione del libro Fratello senza peccato di Brunella Lottero, il racconto dell'amicizia fraterna tra Fabrizio De André e Filippo Mariotti il fattore dell'Agnata. Presentazione in anteprima assoluta del progetto: Il Parto di Oliviero Malaspina &C. Malaspina, l’ultimo collaboratore di de André, presenta i suoi racconti finiti e l’anteprima del suo nuovo lavoro a sei mani Fabrizio Càlzia e Antonella Spalluto. Inaugurazione della vetrina tematica relativa al progetto. Partecipa Monica Passoni, ultima addetta stampa ed amica di Faber. Moderano: Monica Passoni, Laura Monferdini e Fabrizio Calzia Si inizia alle ore 16.30 in viadelcampo29rosso con la presentazione di Fratello senza peccato, il racconto della storia vera della lunga amicizia fra Filippo Mariotti, fattore de l'Agnata e il suo Fabrizio De André. Presente l'autrice Brunella Lottero, che ricorda: Un libro dev'essere come un'arma che possa rompere i mari ghiacciati dentro di noi, diceva Kafka e questo libro- intervista vuole sciogliere come neve al sole tutti gli stereotipi che si sono creati intorno alla figura del grande Fabrizio, amico fragile di Filippo che, dal sequestro in poi, diventa il suo angelo custode, è un libro che in realtà ha scritto Filippo per l'amico suo più caro, Fabrizio. La narrazione è divisa per argomenti, è schietta, semplice come un racconto che esce da un guscio d'uovo e poi, da pulcino, corre intorno all'aia. L'aia in questo caso è l'Agnata, terra amatissima da Fabrizio e da Filippo. I due si chiamano teneramente: Fabri e Fili e trascorrono insieme lunghi inverni solitari. Il primo passa le notti a leggere, il secondo passa i i giorni a lavorare. La sera si ritrovano, a sognare insieme desideri di altezza e di cielo. In questo libro c'è la vita narrata degli ultimi trent'anni di Fabrizio De André, passata in campagna, a fare progetti, a tentare esperimenti in cucina, a guardare insieme le nuvole. C'è chi dice che l'amicizia non la si cerca, non la si desidera ma la si esercita. Fili esercita la sua amicizia per il suo Fabri anche ora, anche adesso. Come una promessa mantenuta: ogni giorno dei suoi 81 anni va all'Agnata, che conosce come le sue tasche e cura le piante, ripara gli impianti. Osserva ascolta e ricorda il suo Fabri, in ogni pianta, nella fontana che Fili ha costruito per lui, nel laghetto che Fabri ha voluto tenacemente per dieci anni, nel pergolato che hanno progettato insieme. Fabri lo va a trovare nei sogni, puntuale. Ogni settimana lo va a trovare e Fili commenta: che strano, sogno Fabri regolarmente e non ho mai sognato mio padre. A seguire presentazione de Il Parto di Oliviero Malaspina &C, incontro con l’ultimo collaboratore di De André che presenta i suoi racconti finiti e l’anteprima del suo nuovo lavoro a sei mani con Fabrizio Càlzia, sceneggiatore-editore della graphic novel Uomo Faber, e l'artista contemporanea Antonella Spalluto. Parto è un azzardo narrativo-artistico, quasi una sorta di proiezione di stati d’animo e di anime più o meno salvabili, un racconto fortemente simbolico, onirico, surreale, anarchico, la cui trama è una sottotraccia, un orientamento che, al pari di uno spartito, disegna la musica. Anche perché, come in un'opera musicale, gli strumenti interagiscono e si fondono fra loro, provocando suggestioni che nascono dalla collisione e dalla collusione (nel senso di giocare insieme appunto) di testi e immagini. La ricetta è arcana, ogni lettore può tentare a indovinare: ci sono filosofia buddhista e fisica quantistica, sentori di de André, profumi di Salvador Dalì, vagiti di Bréton e rigurgiti di Brassens, schizzi di Basquiat e conati di Bukowski ma detto così vuol dir poco. L’insieme rende idea e opera, sempre che di insieme si voglia parlare. Parto è un work in progress, vedrà la luce verso fine anno, con una versione e-book accompagnata dalla colonna sonora di Malaspina. Le prime tavole saranno esposte in anteprima da sabato 14 aprile in viadelcampo29rosso, quando Fabrizio Càlzia introdurrà al contempo il libro di racconti di Oliviero Malaspina uscito per Galata Edizioni: La prossima volta saremo felici. Magari... Non mancheranno le note di Faber e di Oliviero Malaspina a suggellare l'evento. INGRESSO LIBERO INFO telefono: 010.2474064 https://www.facebook.com/viadelcampo29rosso/ Sabrina Lastrico Comunicazione www.solidarietaelavoro.it

Venerdì 13 aprile 2018

© Riproduzione riservata

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: