Attraverso il tempo con Piergiorgio Panelli stimato artista e critico d'arte casalese

Ultimi articoli
Newsletter

Genova | artisti al monferrato classic festival arte

Attraverso il tempo con Piergiorgio Panelli
stimato artista e critico d'arte casalese

Espone ai concerti del Monferrato Classic Festival di Sabrina Lanzi

di Maria Grazia Dapuzzo

Piergiorgio Panelli artista e critico d'arte
Piergiorgio Panelli artista e critico d'arte

Dopo la pausa di ferragosto, i concerti del Monferrato Classic Festival riprendono domenica 22 alle ore 17,30 con Virginia Benini al pianoforte che suona musiche di L. van Beethoven (Sonata n. 31 op. 110), F. Liszt (Tarantella) e A. Scriabin (Sonata fantasia n. 2 op. 19) nella Chiesa dell'Addolorata in Vignale Monferrato.

L'artista e critico d'arte Piergiorgio Panelli esporrà i suoi quadri, sia durante il concerto di domenica 22 sia del 29, dove al pianoforte, nella seconda domenica, troveremo Lucia Paradiso che suonerà musiche di Robert Schumann e Johannes Brahms.

Piergiorgio Panelli, artista di ampio spessore, nel 1977 inizia la sua attività pittorica e dal 1981 espone in numerosissime mostre collettive e personali, sia in Italia sia all'estero; dal 26 Giugno al 25 Luglio di quest'anno, presso il Castello di Casale Monferrato, Panelli ha presentato la sua antologica di opere dal 1981 al 2021 «Attraverso il tempo» a cura di Carlo Pesce.

"Paesaggio lento con tartaruga" di Piergiorgio Panelli, 2021
"Paesaggio lento con tartaruga" di Piergiorgio Panelli, 2021

Brano tratto dalla recensione all'antologica 2021 del noto critico d'arte Carlo Pesce.

«Panelli cerca di rappresentare, lasciando ampio spazio all'indefinitezza, quelle particelle di energia che sono sempre in movimento per arrivare attraverso il pennello ad un'immagine fluida, quasi liquida che si pone come alternativa alla realtà. Sulla tela si creano percezioni ritmiche che travalicano la forma delle cose offrendo all'osservatore una mutazione del vedere più lisergica, con apparizioni di colore destinate ad estendersi in spazi infiniti».

Piergiorgio Panelli nato a Casale Monferrato nel 1961, vive e lavora fra Casale Monferrato e Calliano (AT); è stato allievo presso l'Università di Torino, nella specializzazione in storia dell'arte contemporanea, dei prof.M.Rosci, P. Dragone e P. Simondo.

Nel 1981 e 1982 Panelli inizia a esporre in personali presso la Galleria d'Arte Politeama in Casale Monferrato e nel 1982 è presentato da Albino Galvano alla Promotrice Belle Arti di Torino. L'anno successivo è alla Galleria G.a.p.in Alessandria e al Circolo Ufficiali Caserma I. Vian in Cuneo. Nel 1985 lo troviamo nuovamente alla Galleria G.a.p.in Alessandria e nel 1986 alla Galleria Acquario 3 in Casale Monferrato.

Nel 1986 concreta la sua ricerca, evidenziando il rapporto uomo-natura esasperato, coinvolgendolo in un contesto gestuale, materico di simbologia naturalistica definito «Ecosuperficiale»; il 24 marzo 1987 con P. Pusole, B. Zanichelli, A. Barbato, G. Parodi, G. Cavalli, P. Barola, è uno dei promotori del manifesto artistico ecologico «Tracce d'acque profonde sognamo».

Dal 1987 Piergiorgio Panelli collabora con scritti d'arte contemporanea sul bisettimanale «Il Monferrato» e su altri periodici tra i quali La Grinta.

Nel 1988 conosce e frequenta Bruno Munari e torna a esporre alla Galleria Acquario 3 con la mostra a tema «È necessario vedere» in Casale Monferrato. L'anno seguente è nello Spazio Albertina con «Fac similia» in Novara.

Nel 1991 con l'installazione «Giardini di carta» è in Angera (VA), nel 1992 presso la Galleria Sempione in Arona (NO) a cura di Donato Conenna e nel 1993 con «Oltre i sentieri nascosti» nell'Ex Chiesa Misericordia in Casale Monferrato; inoltre espone con i nuovi futuristi alla galleria Rino Costa.

Dal 1995 Panelli è ideatore e curatore di «Arteinfiera» in Casale Monferrato. Nello stesso anno espone con Paolo Novelli «Vedere nel nulla» al Castello di San Giorgio Monferrato (AL) e l'anno seguente è in Vercelli presso Studio 10 con «Senza corpo».

Nel 1998 con «Contaminazioni blu» a cura di L. Cabutti è nel complesso San Bartolomeo in Casale Monferrato e nel 1999 espone alla Galleria Morando in Alessandria, inoltre è finalista del premio nazionale Ennio Morlotti a Inbersago (CO).

Nel 2000 Panelli espone in Casale Monferrato nell'ex Chiesa Misericordia con «Imprevisti» e l'anno seguente è alla Galleria Viadeimercati con «Blue things» in Vercelli.

Nel 2002 troviamo le sue opere: alla Galleria d'Arte Roberto Nagari in Mortara (PV), alla Sala San Bartolomeo in Casale Monferrato e a Villa Pomini in Castellanza (VA).

Del 2003 è la mostra «Abissi» presso il Museo etnografico Gambarina in Alessandria. Nello stesso anno, Piergiorgio Panelli è curatore del museo delle opere del maestro Enrico Colombotto Rosso nel Palazzo Comunale di Pontestura (AL); con Colombotto Rosso ha collaborato ad alcuni eventi visivi, mostre e nel 2008 ha pubblicato il libro di poesie dal titolo «Il silenzio è blu» illustrato con 15 chine di Colombotto Rosso.

"Paesaggio lento" di Piergiorgio Panelli 2021
"Paesaggio lento" di Piergiorgio Panelli 2021

Nel 2004 espone al Castello di Montenero in Vercelli con Enrico Colombotto Rosso, alla Galleria G. Costanzo in Casale Monferrato e l'anno seguente espone nella Chiesa di S. Giacomo di Treville (AL) a cura di Mario Surbone.

Nel 2006 espone al circolo La stampa a Palazzo Serbelloni in Milano a cura di Carlo Pesce e nel 2008 con «Silenzi» a cura di Carlo Pesce è nella Chiesa della Misericordia in Casale Monferrato.

L'anno seguente con «Le colline dei ricordi» è alla Tenuta Tenaglia in Serralunga di Crea.

Nel 2011 con «Fiori d'acqua» a cura di C. Pesce è al Palazzo Chiabrera in Acqui Terme e nel 2012 con «Spazi dell'anima» è al Castello di Casale Monferrato.

Nel 2013 espone con «Paesaggi dell'assoluto» sia alla Tenuta Tenaglia in Serralunga di Crea (AL) sia presso il Centro Culturale San Secondo in Asti a cura di D. Grassi e con «Il silenzio è blu» a Villa Vidua in Conzano (AL) a cura di C. Pesce.

Nel 2014 con «Parole a colori» è a Palazzo Vitta in Casale Monferrato con Federico Gozzellino.

Del 2016 sono le mostre: «Petali» con Iris Devasini al Castello Sannazzaro in Giarole, «Paesaggi lenti» presso la Casa della Cultura in Valenza a cura Carlo Dabene e «Figure nel paesaggio» con Giovanni Bonardi al Castello di Casale Monferrato.

Nel 2017 Panelli realizza la mostra e sfilata «Vestiti d'artista» in collaborazione con l'atelier di Arte e Moda di Cinzia Sassone in Casale Monferrato. L'anno seguente con «Paesaggi lenti» espone all'enoteca comunale La morra in Cuneo. Del 2019 con «Il cielo non ha onde» è alla Biblioteca di Cereseto (AL) a cura di Nadia Beltramo e nel 2020 è in Asti nell'ex fabbrica Way Assauto con Giorgio Grosso con l'esposizione «Metamorfosi lenta».

Fra le principali «mostre di gruppo», come Piergiorgio Panelli ama definire, sono da ricordare: 1982/1988 Promotrice Belle Arti di Torino, 1988 Museo Israelitico Casale Monferrato «Etica estetica Ecologia», 1993 «Snoopy» galleria Rino Costa in Casale Monferrato con Nuovi Futuristi (Lodola, Abbate, Cella, Plumcake...), nel 1995 «Oh che bel castello» Castello di San Giorgio (AL) a cura di E. Di Mauro, Arteinfiera 1° edizione 49 Fiera di S. Giuseppe Casale Monferrato, 1996 «Artissima» Lingotto Torino con galleria VSV a cura di E. Di Mauro, 1999, 4° ediz. premio Morlotti Imbersago Lecco a cura di Marina Pizzaiolo, 2003 «Sette amici per sette rose per Enrico Colombotto Rosso» Villa Vidua Conzano (AL) a cura di Janus e G. Barbero, 2005 Museo dei Lumi Sinagoga di Casale Monferrato (AL), 2012 «Il sogno dell'acqua» Palazzo Lascaris Regione Piemonte Torino a cura di F. De Bartolomeis, 2013 Museo della scienza Torino «Rosso vivo» a cura di F. Tedeschi, «Rosso vivo» presso l'Istituto Cultura Italiano in Colonia (Germania), 2015 Istituto Italiano di Cultura di Vienna «L'atlante delle nuvole», 2014 Visioni pittoriche. «Artisti del Monferrato» presso Istituto Italiano di Cultura in Praga a cura di Anselmo Villata e Comune di Casale Monferrato 2016 «Vestiti d'artista» al Castello di Casale Monferrato a cura di Sassone-Panelli, 2019 Asti Palazzo Ottolenghi Collettiva Artisti Storici di Passepartout a cura di M. Garramone, «White in Christmas» a cura di Iris Devasini al Castello di Casale Monferrato e nel 2020 «Promenades des artistes» in Conzano a cura di Carlo Pesce.

"Paesaggio lento più tartaruga" di Piergiorgio Panelli, 2021
"Paesaggio lento più tartaruga" di Piergiorgio Panelli, 2021

Alcune sue opere sono in collezioni private e pubbliche, quali: Raccolta di Arte Contemporanea presso il Comune di Castellanza (VA), Villa Pomini, Università di Casale Monferrato, Fondazione Enrico Colombotto Rosso, Biblioteca Civica del Comune di Alessandria, Collezione pubblica di Villa Vidua in Conzano (AL), Collezione Calvi di Bergolo presso il Castello di Piovera (AL), Museo dei Lumi Sinagoga Casale Monferrato (AL).

Panelli tiene corsi di Storia dell'Arte Contemporanea all'Unitrè di Acqui e per «Italia Nostra» nella città di Alessandria. Dal 2010 al 2016 ha fatto parte del gruppo d'Arte Internazionale Artmoleto. Dal 2015 al 2019 è stato presidente della Consulta Cultura del Comune di Casale Monferrato e direttore artistico della raccolta museale di Arte Contemporanea su San Valerio nella parrocchia di Occimiano (Al).

Di lui hanno scritto: Lucio Cabutti, Enzo De Paoli, Edoardo Di Mauro, Giovanna Barbero, Roberto Moroni, Aldo Spinardi, Antonio Oberti, Davide Conenna, Francesca Bonazzi, Luciana Schiroli, Jean Servato, Serena Leale, Davide Sandalo, Felice Moscone, Giuliana Bussola, Maurizio Romanelli, F.R.Rayo, Ivaldo Carelli, Nino Triulzi, Nadia Presotto Luparia, Pio Carlo Barola, G. Prassi, Enrico Colombotto Rosso, Silvio Manzotti, Carlo Pesce, Elisabetta Raviola, Francesca Liotta, Giuse Vipiana Albani e Armando Brignolo.

Bibliografia: Flash Art, Arte, Quadri e Sculture, La Griffe, La Stampa, La Repubblica, Il Giornale, Il sole 24 ore, Il Monferrato, La vita Casalese, Il torchio, Il nuovo Giornale, Varese Mese, Tezzimer Zeitung, Il Giorno, La Prealpina, La Voce, Il Piccolo, Arte Italiana per il mondo. 10, Annuario d'Arte Contemporanea 99 e 2000 ed. Acca, Dizionario Enciclopedico Internazionale dell'Arte Moderna e Contemporanea. Art Dairy ed. 1986/2004, L'informatore, Catalogo Arte Contemporanea Virgilio 2004, 2005, Catalogo d'Arte Contemporanea Bolaffi 2005, n. 40. Catalogo d'Arte Contemporanea 2006 Elitte. Il Corriere dell'Arte, Raccolta poetica «Il silenzio è blu» con disegni di Enrico Colombotto Rosso. Rosso Egizio a cura Panelli-Malgora Pontestura (AL).

Giovedì 19 agosto 2021

© Riproduzione riservata

111 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: