Il primo fine-settimana di marzo è stato ricco di avvenimenti nel Monferrato

Ultimi articoli
Newsletter

avvenimenti interessanti nel Monferrato

Il primo fine-settimana di marzo è stato
ricco di avvenimenti nel Monferrato

Nel castello di Casale Monferrato, si sono inaugurate due mostre d'arte: nell'ex cappella «Donna in Arte», nella Manica Lunga, la mostra fotografica «Di luce e d'ombra» di Loredana Mantello. La sera, nel Teatro Municipale il concerto del M.C.O

di Maria Grazia Dapuzzo

Catalogo "Donna in Arte"
Catalogo "Donna in Arte"

Care lettrici e lettori di Genova Reteteluna il primo fine-settimana di marzo è stato ricco di avvenimenti interessanti nel Monferrato.

Nel castello di Casale Monferrato, sabato 2 si sono inaugurate due mostre d'arte: 

- Nell'ex cappella del castello, la XXVI edizione di «Donna in Arte», una rassegna di diciotto artiste voluta dal Circolo Culturale Piero Ravasenga. Nel catalogo, recensito dal critico Piergiorgio Pannelli, sono presenti le poesie di Pina Di Paolo, Ermes Oppezzo e Gino Raiteri. 

La mostra sarà visitabile sino al 10 marzo, il sabato e la domenica dalle ore 10 - 13 / 15 - 19.

Locandina, mostra fotografica di Loredana Mantello
Locandina, mostra fotografica di Loredana Mantello

- Nella Manica Lunga del castello, la mostra fotografica «Di luce e d'ombra» di Loredana Mantello. Molto interessanti le fotografie che reinterpretano opere caravaggesche generando «atmosfere intense attraverso l'uso mirato della luceOgni foto acquisisce l'essenza drammatica delle ombre, mettendo in evidenza la potente carica emotiva presente nei dettagli più scuri» e le fotografie di nature morte su sfondo nero che esalta le composizioni. 

L'artista afferma:«Usando la tecnica del light painting (dipingere con la luce) eseguo lo scatto con lunghe esposizioni e uso la luce in maniera simile all'applicazione del colore da parte del pittore con il pennello sulla tela».

La mostra e stata patrocinata dalla: Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Città di Casale Monferrato, Arte di Alessandria e Associazione Culturale «Libera Mente - Laboratorio di Idee».

Video su Casale Monferrato, Città del vino 2024
Video su Casale Monferrato, Città del vino 2024

La mostra sarà visitabile sino al 31 marzo, il sabato e la domenica dalle ore 10 - 13 / 15 - 19.

La sera stessa di sabato 2 alle ore 21 c'è stato il concerto del Monferrato Classic Orchestra, diretta dal maestro Federico Ferrari, nel Teatro Municipale della città. 

Il maestro Federico Ferrari dirige M.C.O
Il maestro Federico Ferrari dirige M.C.O

Il concerto è stato voluto per celebrare Casale Monferrato, Città Europea del Vino 2024.

Passaggio di consegne dei rappresentanti spagnoli e portoghesi
Passaggio di consegne dei rappresentanti spagnoli e portoghesi

Dopo Acqui Terme e Ovada, è la città di Casale Monferrato a chiudere la rassegna che vede coinvolti Alto Piemonte e Gran Monferrato nelle iniziative delle Città Europea del Vino 2024.

Il sindaco Federico Riboldi e i rappresentanti di R.E.C.E.V.I.N
Il sindaco Federico Riboldi e i rappresentanti di R.E.C.E.V.I.N

La rassegna coinvolgerà per tutto il 2024 oltre venti comuni dell'Alto Piemonte e del Gran Monferrato con eventi dedicati al vino e alla promozione del territorio.

Agli ottanta delegati di R.E.C.E.V.I.N., acronimo che sta significando «Rete Europea delle Città del Vino», sono stati aperti i gioielli della città: il Museo Civico e la Gipsoteca del Bistolfi, allocati nella storica sede dell'ex Convento di Santa Croce, per poi passare al centro D.O.C.nel Castello del Monferrato, sede di ricerca e documentazione sulla D.O.C., sulla civiltà e cultura del vino, sul territorio del Monferrato Patrimonio Unesco.

Sabrina Lanzi e l'orchestra M.C.O
Sabrina Lanzi e l'orchestra M.C.O

L'orchestra del M.C.O.creata dalla pianista Sabrina Lanzi, direttrice artistica, è stata recentemente insignita del titolo «Orchestra della città di Casale Monferrato».

Durante la serata sono state eseguite musiche di Handel, Strauss, Mozart, Vivaldi, Verdi e Mendelssohn, intervallate dal passaggio di consegne dei rappresentanti portoghesi e spagnoli, città del vino nell'anno 2023.

Notevole l'afflusso di persone che hanno riempito il teatro e apprezzato il programma con calorosi e sinceri applausi.

Il pianista Giacomo Corbetta e Maria Grazia Dapuzzo
Il pianista Giacomo Corbetta e Maria Grazia Dapuzzo

Il giorno dopo, domenica 3 marzo, il Monferrato Classic Festival si è spostato in località Franchini di Altavilla Monferrato con il concerto pomeridiano nell'Auditorium del Pro Loco in P. za Stefano Gatti.

Un fantastico Giacomo Corbetta al pianoforte, nel suo dicianovesimo compleanno, ha suonato musiche di: Bach-Busoni (Chaconne in D Minor), F. Chopin (Piano Sonata No. 2, Op. 35), A. Scriabin (2 Etude, Op. 8 e Fantasie in B Minor, Op. 28) e S. Prokofiev (Piano Sonata No. 7, Op. 83).

Sindaco Arrobbio Massimo di Altavilla e Maria Grazia Dapuzzo
Sindaco Arrobbio Massimo di Altavilla e Maria Grazia Dapuzzo

Nonostante il brutto tempo con piogge intense, l'affluenza di pubblico è stata notevole e così pure gli applausi al pianista.

I concerti del Monferrato Classic Festival proseguiranno, in località Franchini di Altavilla, per altre tre domeniche alle ore 17 con PianoQuintet, Stefano Zeitler (pianoforte) e Carlotta Galli (pianoforte). Entrare nel sito per vedere il programma.

(Cliccando sulle foto s'ingrandiscono).

Mercoledì 6 marzo 2024

© Riproduzione riservata

363 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: